Implantologia Dentale

  • L’impianto dentale è un dispositivo medico che viene utilizzato per riabilitare a livello estetico e funzionale la mancanza congenita o la perdita di uno o più denti. In questo modo è possibile andare a sostituire proprio quei denti mancanti con denti artificiali.
  • Gli impianti possono rimpiazzare denti singoli (corona su Impianto), gruppi di denti (corone Su Impianti) oppure possono anche fungere da supporto per una dentiera. L’implantologia dentale oggi rappresenta una soluzione terapeutica prevedibile ed affidabile nel tempo, associata ad un’altissima percentuale di successo.
  • Gli impianti dentali, costituiti da materiale metallico, sono composti da tre elementi: La vite endossea, che ha la stessa funzione della radice del dente caduto,L’abutment, punto di raccordo tra vite e protesi,La protesi dentaria, costituita da diversi materiali, serve per sostituire il dente caduto.
  • Nel caso in cui venga a mancare un singolo dente, ci sono tre possibilità per rimpiazzarlo: Una protesi parziale rimovibile, Un ponte dentale sui due denti contigui che vengono limati, Un impianto dentale che ha il compito di supportare una corona fissa in ceramica.
  • Nel caso in cui vengano a mancare più denti, l’assenza può essere risolta andando a posizionare degli impianti dentali in punti strategici, così facendo diventano dei pilastri utili alla realizzazione di un ponte fisso.

 PREPARAZIONE PER UN IMPANTO (PROCESSO): 1.Preparazione all’intervento chirurgico:Come prima cosa sarà necessario analizzare la zona da trattare e creare un piano di trattamento. quindi ovviamente ci vorra una visita, radiografia dell’area per esaminare attentamente l’osso, i nervi e i seni paranasali. Inoltre, le gengive dovrebbero essere controllate, analizzandone le condizioni per assicurarsi che non ci siano problemi di carie o infezioni. Eventuali problemi devono essere risolti prima dell’inizio della procedura di impianto dentale, Inoltre, va tenuto a mente che qualora non ci fosse una quantità sufficiente di osso, potrebbe essere necessario un innesto osseo dentale o il rialzo del seno mascellare. 2.Posizionamento dell’impianto dentale: chirurgo dentale e orale inizierà a misurare e segnare la distanza tra i denti superiori e inferiori e la mascella,in caso di impianto di una protesi dentaria. La procedura inizia con l’iniezione di anestesia locale. Il chirurgo apre la gengiva, creando un’incisione sulla gengiva, fino ad arrivare all’osso. Quindi creerà un foro nell’osso per creare spazio sufficiente per inserire la vite endossea (di solito in titanio), l’impianto dentale o la radice del dente artificiale. Una volta completata l’apertura, si inserisce il montante metallico. Infine, la gengiva viene chiusa con punti di sutura per proteggere l’area. Sarà infatti importante evitare che cibo e batteri entrino in contatto con l’osso e l’impianto, evitando infezioni.L’operazione finisce qui. Sarai libero di tornare a casa per riposare, evitando cibo e bevande per qualche ora.3.Fase di guarigione: Una volta terminata la prima parte della procedura di impianto dentale, è ora che tu ti prenda cura del tuo impianto. È tempo di guarire. Questo può richiedere da tre a sei mesi di solito e alcune cure adeguate per mantenere la tua salute dentale al punto. 4:Inserimento dell’abutment (o moncone):Una volta completata la fase di guarigione, è il momento di installare gli abutment, Sarà necessaria un’operazione aggiuntiva per aprire le gengive se è stata utilizzata una procedura in due fasi. A volte questa procedura viene eseguita lo stesso giorno della prima.Il processo di guarigione di questo tipo di intervento varia e di solito richiede da due a tre settimane. 5. Installazione protesi:Durante le settimane di guarigione avrai delle protesi temporanee. Le protesi provvisorie (corone, ponti o dentiere) vengono installate sul abutment inserito durante la seconda procedura.Le protesi dentali verranno rimosse e verranno applicate protesi permanenti

Vantaggi degli impianti dentali

L’implantologia dentale permette di ottenere dei denti che sono per caratteristiche e funzionalità come i denti naturali. L’impianto non va ad influire sugli altri denti, diversamente dai ponti. Riescono a fornire una perfetta stabilità e a prevenire l’atrofia.

IMPIANTI DENTALI ALL ON 4:La All on four è dunque quella tecnica che permette di fissare una protesi dentale dell’arcata inferiore o superiore, su soli quattro perni (impianti).  Per assicurarci che la procedura sia accettabile e giusta per voi, vi chiederemo la vostra anamnesi medica e dentale. In seguito, vi esamineremo per comprendere appieno la situazione in cui vi trovate.questa tecnica permette di riabilitare un’intera arcata dentale con solo 4 impianti, quindi utilizare 4 impianti per fissare 10-12 denti anziché un impianto per ciascun dente.

IMPIANTI DENTALI ALL ON 6:Questa è una tecnica che consente di riabilitare con denti fissi un’intera arcata dentale, posizionando 6 impianti osteointegrati in particolari posizioni strategiche. Questa procedura non è consigliabile a tutti. Il metodo All-On-6 è utilizzato per i pazienti a cui mancano tutti i denti o che intendono rimuovere i denti rimanenti e sostituirli con impianti. Si tratta di un’opzione che offre un trattamento duraturo, come possibile scelta diversa dalle protesi tradizionali. Gli impianti All-On-6 hanno anche la funzionalità dei denti naturali e grazie a un ponte hanno il giusto supporto per i muscoli delle guance e delle labbra.

IMPIANTI DENTALI ALL ON 8: Il sistema d’impianti dentali All on 8 consiste nel posizionamento di 8 impianti dentali per arcata dentale, funzionando come “ancore” per un ponte dentale fisso e non rimovibile. Questo sistema è raccomandato nei casi in cui il paziente ha perso più dell’80% dei denti naturali. I fumatori o i consumatori di prodotti del tabacco o coloro che soffrono di malattie parodontali non possono essere idonei per un impianto All-On-8.

Prenota una consulenza:

Prenota ora il tuo appuntamento

Prenota Subito in incontro